Come rintracciare un cellulare rubato con gps

Digita l'indirizzo e-mail nell'apposito campo di testo, clicca sul pulsante Avanti , inserisci la password e clicca nuovamente sulla voce Avanti. Se hai già eseguito l'accesso, molto probabilmente dovrai digitare comunque la password per verificare la tua identità. Clicca sul pulsante Accetto quando richiesto. In questo modo il sito web Trova il mio dispositivo inizierà la ricerca dello smartphone o del tablet associato al profilo selezionato. Controlla la posizione del dispositivo.

Quando il tuo smartphone o tablet Android verrà localizzato la posizione corrispondente verrà visualizzata sulla mappa unitamente a diverse opzioni: [4] Riproduci audio — verrà riprodotta la suoneria predefinita per una durata di 5 minuti, anche se il dispositivo si trova in modalità silenziosa; Blocca — il dispositivo verrà bloccato con un codice di sicurezza; Resetta — il contenuto della memoria interna del dispositivo verrà eliminato. Metodo 3. Accedi al sito Trova dispositivo personale di Samsung. Clicca sul pulsante Accedi.

È visualizzato al centro della pagina. Se hai già eseguito il login con il tuo account Samsung, salta questo passaggio e il prossimo. Inserisci le credenziali di accesso dell'account. Digita l'indirizzo e-mail associato al profilo Samsung e la password di sicurezza corrispondente, quindi clicca sul pulsante Accedi per eseguire l'accesso al sito Trova il mio dispositivo. Controlla la posizione del tuo dispositivo Samsung. Dopo aver eseguito il login sul sito Trova il mio dispositivo con l'account Samsung, sulla mappa dovrebbe apparire l'ultima posizione nota del dispositivo unitamente a una serie di opzioni: Fai suonare dispositivo personale — il dispositivo emetterà un segnale acustico; Blocca dispositivo personale — l'accesso al dispositivo Samsung verrà bloccato tramite una password; Formatta dispositivo personale — la memoria interna del dispositivo verrà cancellata completamente.

In questo caso ti verrà chiesto di confermare la tua scelta digitando la password di sicurezza dell'account; Perché la posizione del dispositivo venga visualizzata sulla mappa, potresti avere la necessità di cliccare prima sulla voce Trova la posizione del mio dispositivo.

Come rintracciare un cellulare rubato | Salvatore Aranzulla

Metodo 4. Installa l'app GPS Tracker sul tuo dispositivo. Avvia l'app Gps Tracker sul dispositivo. Premi il pulsante Apri visualizzato all'interno della pagina dell'app store dello smartphone oppure tocca l'icona del programma visualizzata sulla Home del dispositivo.

Come rintracciare un cellulare rubato

Fai scorrere il dito sullo schermo verso destra per quattro volte consecutive. In questo modo potrai procedere alla creazione di un nuovo account utente. Tocca il link Step 1 - Create Account. È visualizzato nella parte superiore della pagina. Inserisci le informazioni dell'account.

Compila i seguenti campi con i dati necessari: Indirizzo e-mail ; Verifica la correttezza dell'indirizzo e-mail inserendolo una seconda volta ; Nome ; Cognome ; Se stai utilizzando un dispositivo Android, devi inserire prima nome e cognome e solo dopo l'indirizzo e-mail. Premi il pulsante Create Account.

È collocato nella parte inferiore dello schermo. Premi il pulsante OK quando richiesto.

Localizzare GPS cellulare in caso di furto o smarrimento

In questo modo verrai reindirizzato alla schermata precedente da cui hai dato inizio alla procedura di creazione dell'account. Il suo funzionamento è praticamente identico a quello della versione Web del servizio, quindi inutile procedere con spiegazioni più dettagliate fai riferimento alle indicazioni che ti ho dato qualche rigo più su! Ad accesso effettuato, individua il nome del tuo smartphone e fai clic sulla voce Trova il mio telefono che si trova sotto quest'ultimo. Entro qualche secondo, se lo smartphone è acceso e connesso a Internet, vedrai comparirlo su una mappa e potrai comandarlo da remoto usando i pulsanti Squilla per farlo squillare , Blocca per bloccarlo con un codice di sicurezza e Cancella per formattarlo visualizzati sulla destra.

Affinché i servizi di localizzazione funzionino, sullo smartphone deve risultare attiva la funzione Trova il mio telefono. Se il tuo telefono è stato rubato e non hai più alcuna speranza di ritrovarlo almeno non agendo in prima persona , devi assolutamente richiedere il blocco della SIM al tuo operatore telefonico, segnalare il furto alle autorità e richiedere l'inibizione del dispositivo sulla rete nazionale tramite blocco dell'IMEI. Per richiedere il blocco della SIM, contatta il tuo operatore telefonico e chiarisci l'accaduto richiedendo il blocco della scheda. Successivamente potrai chiedere una nuova SIM e recuperare sia numero di telefono che credito residuo che avevi sulla scheda presente nel telefono rubato.

I numeri per contattare i vari operatori sono i seguenti. Dopo aver richiesto il blocco della SIM, devi recuperare il codice IMEI del tuo smartphone e usarlo sia per sporgere la denuncia del furto presso le autorità competenti sia per richiedere il blocco del telefono sulla rete nazionali. Il codice IMEI, infatti, è un codice che identifica in maniera univoca i telefoni e tutti i device che si connettono alla rete mobile e permette di inibire il loro accesso alla rete nazionale.

Come localizzare uno Smartphone rubato spento

A seconda della soluzione che reputi più comoda, puoi scegliere di richiedere il blocco del cellulare inviando via fax o via telematica un apposito modulo oppure recandoti presso un punto vendita del tuo operatore. Qui sotto trovi tutte le "coordinate" di cui hai bisogno. Ad operazione completata, il tuo cellulare verrà inserito in una black list che ne bloccherà le chiamate.

Per riuscire a capire la posizione di una persona bastano i dati raccolti dall'accelerometro, dal giroscopio, dal barometro, dal magnetometro, dall'altimetro e dall'orologio dello smartphone. Tutti questi dati vengono confrontati con mappe disponibili online e permettono a qualsiasi persona o azienda di scoprire la tua posizione.

Come localizzare un cellulare rubato

Il motivo è abbastanza semplice: con i dati dell'accelerometro è possibile capire a che velocità sta andando una persona. Se la velocità è moderata vuol dire che si sta muovendo con un'automobile o con la bici.

Se il giroscopio dimostra che si stanno facendo delle linee molto ampie, allora vuol dire che si è in treno. Il barometro e l'altimetro, invece, invece permettono di capire se una persona è in aereo. Confrontando questi dati con quelli dell'orologio dello smartphone e con altre informazioni pubbliche è possibile capire dove si trova una persona.

'+nodupH1.html()+'

I ricercatori hanno notato che bastano dodici svolte con l'automobile per individuare il luogo esatto dove si trova l'automobile con cui l'utente si sta muovendo. Il problema più grande riguarda l'impossibilità per un utente di riuscire a bloccare il tracciamento da parte dei sensori. Non esiste nessun sistema che permette di disattivarli quando non si ha il GPS attivo. Cosa fare allora? I ricercatori suggeriscono di eliminare ogni app che non si utilizza e di non scaricare applicazioni da negozi di terze parti.

L'unico modo per potersi difendere dal tracciamento sarebbe di dotare i dispositivi di strumenti che permettono di disattivare i sensori, ma nessuna azienda lo ha mai fatto. Quartz, rivista online statunitense, ha pubblicato sul proprio sito internet un articolo in cui si evidenzia che Google raccoglie i dati di geolocalizzazione degli smartphone Android anche con il GPS spento.

Account Options

L'azienda di Mountain View non ha smentito la notizia, ma ha voluto assicurare gli utenti che i dati vengono utilizzati solamente per migliorare la velocità con cui vengono recapitati i messaggi e che le informazioni non vengono inserite all'interno del sistema di sincronizzazione di rete di Google. Per non creare troppi dissapori tra i propri utenti, l'azienda di Mountain View ha assicurato che da novembre questo servizio non è più attivo e che i dati di geolocalizzazione degli utenti non vengono più raccolti.

admin